Progetto

Rossa, gialla, verde, blu
Quattro linee di tram

Il PUMS della Città Metropolitana di Bologna, approvato lo scorso novembre 2019, ha previsto una rete portante del trasporto pubblico metropolitano basata sul Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM) e su un nuovo sistema di trasporto rapido di massa di tipo tranviario per l’area urbana di Bologna integrato con il trasporto pubblico su gomma.

La nuova rete tranviaria di Bologna è stata organizzata su quattro linee tra loro interconnesse:

  • Linea Rossa: Terminal Emilio Lepido–Terminal Fiera–Facoltà di Agraria/CAAB
  • Linea Verde: Corticella–Deposito Due Madonne
  • Linea Gialla: Rastignano–Casteldebole
  • Linea Blu: Casalecchio–San Lazzaro

I rami delle suddette linee sono stati individuate considerando le direttrici principali e maggiormente cariche dell’attuale sistema di trasporto pubblico su gomma.

La scelta della Linea Rossa come prima linea tranviaria da sviluppare risponde a diversi criteri:

  1. coerenza con la pianificazione urbanistica comunale e con le previsioni di sviluppo urbano di Bologna: la linea, infatti, mette in connessione i principali poli di interesse di livello comunale e sovra comunale, tra cui l’Ospedale Maggiore, la zona del centro storico, la Stazione di Bologna Centrale, la Fiera e la Regione, la Facoltà di Agraria e la zona di F.I.CO e del CAAB. La linea collega inoltre aree su cui sono previsti nuovi insediamenti urbanistici e nuclei residenziali molto importanti come Borgo Panigale, Santa Viola, la Bolognina, San Donato e il Pilastro, garantendo quindi agli stessi un’accessibilità sostenibile e di qualità;
  2. dall’esame dei carichi complessivi stimati dal PUMS si evince che si tratta della linea per la quale è prevista la maggiore domanda di trasporto, proprio in ragione degli importanti attrattori serviti dalla stessa e dalla significativa quota di popolazione servita; la Linea Rossa, pertanto, è compatibile con l’adozione della tecnologia tranviaria e assicura un’elevata redditività economico-sociale e la sostenibilità tecnico-economica dell’intervento, contribuendo agli obiettivi indicati dal PUMS in modo significativo;
  3. la Linea Rossa garantisce sovrapposizioni minime ad altri progetti in corso di realizzazione o già finanziati (tra cui il TPGV Crealis e PIMBO) e pertanto consente l’attivabilità del progetto in tempi certi.

Il progetto delle linee della rete tranviaria costituisce un’occasione di rigenerazione urbana, di creazione di comunità per le periferie urbane e di coesione territoriale per le aree più esterne a rischio di marginalizzazione.

L’attuazione dei successivi rami delle altre linee della rete tranviaria avverrà gradualmente anche con la possibilità di accoppiare tra loro rami facenti parte di linee diverse, in funzione di ragioni di opportunità che saranno valutate di volta in volta.

 

 
mappa-dimensione-2